PRESENTAZIONE
Per un nuovo umanesimo

La gestione della cronicità rappresenta la principale sfida all’odierno sistema sanitario. La malattia cronica rompe i tradizionali schemi di cura in quanto pone la necessità dell’esistenza di una rete rappresentata dalle diverse istituzioni non solo sanitarie ma anche sociali e del terzo settore, nell’ottica di una visione unitaria in cui soggetto di cura è non solo il malato ma anche il caregiver e il proprio contesto socio-familiare.

In un panorama sanitario composito, l’adozione in varie regioni di modelli differenziati di presa in carico del paziente cronico costituisce un’occasione utile per una riflessione a più voci su tali scenari di cambiamento.

In tale temperie, obiettivo del XIV Congresso Nazionale dell’AINAT è quello di avviare un dialogo costruttivo di confronto sulle diversità di approccio nonché sul ruolo del Neurologo del Territorio quale professionista chiave nel nuovo scenario della Medicina della complessità sì da ampliare i propri orizzonti mediante scambio di good practice e l’avvio di fattive collaborazioni.

Ampio spazio sarà altresì dedicato all’aggiornamento clinico così come immancabile sarà il riferimento alle Scienze umane, analizzando il tema della fragilità nelle sue fondazioni psicologiche ed etiche, in un richiamo alla necessità dell’avvento di un nuovo umanesimo che conferisca senso alle precarietà dell’esistere nonchè al ruolo attuale dell’essere medico.


Domenico Cassano
Presidente AINAT

 

ENTRA